L'artblog con gli occhi ben aperti sul mondo! *-*
Contattatemi se siete interessati all'acquisto di tavole originali...

QUESTO BLOG POTREBBE UTILIZZARE DEI COOKIES DI PROFILAZIONE, PROPRI O DI TERZE PARTI, LEGATI ANCHE ALLA PRESENZA DEI "SOCIAL PLUGIN". SE PER TE VA BENE, PROSEGUI PURE NELLA NAVIGAZIONE, ALTRIMENTI GESTISCI PER CONTO TUO I COOKIES CHE VUOI DISABILITARE. + INFO

martedì 18 agosto 2015

SKETCHETTINI D'ESTATE: BONK. A SEGUIRE, SOPHIA COL CAGNOLINO IN BRACCIO.

Ho provato a disegnare un famoso personaggio dei videogiochi e mascotte della NEC: BONK (conosciuto anche come B.C. Kid o P.C. Kid)¹.
Bonk è un personaggio graficamente "semplice" e mi piace molto proprio per questo. Inoltre, nella serie di videogiochi a lui dedicata, è stato caratterizzato da tutta una serie di animazioni decisamente buffe che lo rendono davvero carismatico e accattivante.
Seppur, come dicevo prima, graficamente semplice, disegnarlo così grosso (l'ho fatto alto quasi venti centimetri) mi ha creato qualche problemino in fase d'inchiostrazione.


Volevo una linea spessa e sinuosa, adatta ad un disegno semplice. Così ho usato un pennello e l'inchiostro di china per ripassare le matite. Sebbene le setole fossero sufficientemente umide e il foglio abbastanza liscio, le linee venivano compatte all'esterno ma inevitabilmente sgranate all'interno. E' una cosa che odio, proprio non la posso soffrire, ma è piuttosto frequente quando si usa questo tipo di strumento per ripassare un disegno grande fatto con poche linee praticamente ininterrotte.
In genere, questo particolare effetto collaterale del pennello e della china 
non si nota (o, se si nota, comunque non stona) su un disegno realistico, più piccolo, fatto di tante linee (anche aperte) e spigoli. Ma lo trovo particolarmente fastidioso per i disegni fatti con lo stile, come dire... alla Bonk, tanto per capirci :) .
Perciò ho dovuto ritoccare le linee con penna e pennarello, poi coprire le macchie e le sbavature con la tempera bianca (dato che non ho digitalizzato il disegno sono ancora visibili le correzioni, fateci caso).


Probabilmente, per il risultato omogeneo che volevo ottenere, sarebbe stato meglio ripassare in digitale, utilizzando il tanto osannato Manga Studio (che non ho), i vettori di Illustrator o lo strumento penna di Photoshop... ma a volte voglio fare un disegno senza preoccuparmi di nulla, giusto per il piacere di farlo e poi... 

[ e qui mi parte una delle famose polemiche alla Santoro ] :
L'uso (e l'abuso) del digitale mi ha sfracellato un po' le palle: già per lavoro sono "costretto" (diciamo che è stata quasi una scelta obbligata) ad utilizzare retini, righine, textures, effettini speciali, scritte, ritocchini vari, con un incremento assurdo della mole di lavoro (altro che: col digitale si fa prima) poi, se penso che fra pochi anni non rimarrà neanche l'ombra di questi files ultrapompati al computer, mi prende una tristezza che non vi dico. 

Anche se, a pensarci bene, un risvolto positivo c'è: con tutti i fotoromanzi ricalcati (male) direttamente in digitale e gli sfondi trattati con Photoshop appiccicati sulle tavole di parecchi fumetti (italiani e non) che si vedono in giro, non sarà proprio 'sta gran perdita.
[ chiusa polemica ].

Passiamo all'altro disegno: Sophia con il cagnolino in braccio:




Qui volevo fare questo mio personaggetto con in braccio un cucciolo di cane particolarmente ciccione e, senza tante menate, pare che ci sia riuscito :3 .


NOTE:
¹ Googlate se volete ulteriori informazioni; qui con la legge sui cookies non si capisce più nulla.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...